Benrinnes 1991 (52.6%, SD, 2016)

benrinnes91-001
Benrinnes 1991-2016: a sx immagine da whiskybase. A dx immagine da una scampagnata molto allegra.

Avevo promesso qui un po’ di tempo fa di recensire questo figlio di Benrinnes, un whisky della Speyside invecchiato in barili ex-bourbon. É questo un profilo su cui devo ammettere di essermi un poco bloccato negli ultimi tempi. Che poi è un fenomeno interessante, perché era proprio il profilo di whisky che all’inizio della mia avventura maltata aberravo ed evitavo piú o meno quanto Uli Hoeness aberrava ed evitava gli ufficiali del fisco tedesco. Per una descrizione piú puntuale e accurata della distilleria e della sua storia fate riferimento qui o magari anche qui. In ogni caso, molto del malto prodotto qui va a finire nei blend tipo Giovanni Camminatore, ma ogni tanto ci sono anche versioni di Benrinnes in versione single malt. In particolare ne esiste una della classica e intramontabile linea Flora & Fauna della Diageo, un classico 15enne a 43%. Ecco, questo invece è un imbottigliamento che ha superato la fase teenager, prodotto dalle fatiche, ancora una volta, di imbottigliatori indipendenti. In questo caso i responsabili del fattaccio sono gli Speciality Drinks dell’Angla Terra, quelli che rilasciano anche i Port Askaig e quelle robe strane degli Elements of Islay, per intenderci. Il Benrinnes qui, che con Ilsay c’entra quanto il buon gusto con un film di Eli Roth, fa parte invece della linea “The Single Malts of Scotland“, una serie di single casks provenienti da diverse regioni della nostra amata Caledonia.Il pignolo lettore chiederá ora informazioni maggiori sul Benrinnes qui sotto il mio naso. Che il lettore sia dia una calmata, per favore, che arrivano subito: distillato nell’ormai lontanuccio 1991, è stato maturato in un barile ex-bourbon (numero 090508) per oltre 24 anni. Imbottigliato in questo strano 2016 colmo di Brexit, di morti illustri e di premi Nobel non ritirati, ci si presenta allegro e baffuto (chissá perché mi è venuto “baffuto”) a 52.6% di alcol. Nel bicchiere appare oleoso e di un bel giallo paglierino. Ma avanti con le mie sempre sorprendenti tasting notes. Sorprendenti nel senso che proprio non ci piglio, ovviamente.

Naso: Alcol, malto, zucchero, fruttato: banane, tantissimo limone anche. A me non dispiace come inizia questo naso: forte, aggressivo, ma anche con un qualcosa di sdolcinato. Un po’ come un urlo di Pappalardo. Sento anche qualcosa che mi ricorda un campo di grano (ma che poiu, in quanti campi di grano sono mai stato, io?). Ora che ci penso mi sembra di sentire quasi delle erbe (prezzemolo?) sotto strati di vaniglia amara. Con acqua il naso mi pare si annacqui malamente e rimangono degli odori amari che mi mangiano il cuore. Un poco di cera per pavimenti, forse.

Palato: Subito un poderoso colpo maltato. Il primo assaggio è allappante, ma comunque anche a 52.6% è sosprendentemente beverino. L’alcol colpisce a tradimento poco dopo, un po’ come un applauso chiamato da Giletti. Fruttato ma non troppo, un poco di pesche che spariscono subito lasciando un interessante sapore legnoso e a un botto di limone e di sapori un poco terrosi. Con acqua il palato si ottimizza: l’acqua gli rende giustizia, peccato che il tutto non sia in sincro col naso. Ora è molto meno delicato e decisamente più amaro. Meno vaniglia, meno oleositá, paradossalmente piú sostanza, piú sale anche. Sale? Ma che c’entra? Boh, io sento questo.

Finale: Piuttosto lungo. Sale, mele, amaro e Toto Cutugno.

Finale: Beh-nrinnes, non male (vi ho stesi con questa, eh?). Davvero un ottimo speysider maturato in bourbon: selezionato molto bene, maturato bene e invecchiato il giusto. Non è sorprendente, certo, peró a me piace tanto: 89/100. Ho po’ il timore che sia il mio ardore e il mio momentaneo bisogno quasi fisiologico di roba con una maturazione in bourbon che me lo fanno piacere molto, ma tant’è. Costava 122 a suo tempo su The Whisky Exchange, oggi mentre scrivo si trova ancora qualche bottiglia sotto i 140.

One thought on “Benrinnes 1991 (52.6%, SD, 2016)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s