Caol Ila 2002 (50.7%, V&M, 2016)

Caol Ila 2002 (50.7%, V&M, 2016)

A couple of years ago I visited the beautiful Rome Whisky Festival, and after annoying at length Davide Romano, I decided to get one bottle of this nice Caol Ila. Bottled in 2016 after 14 years spent in an ex-sherry hogshead (number 16-242), it comes with one of those amazing boxes that make the Valinch & Mallet bottlings so cool also from a totally unnecessary aesthetic point of view. The Valinchs (or the Mallets? The Valinchandmallets?) bottled 322 of these beauties, and I’ve almost finished mine. How did it taste? Well, just keep reading, my imaginary friend!

Continue reading “Caol Ila 2002 (50.7%, V&M, 2016)”
Caol Ila 1980 “The Smokery” (46%, Wy, 2013)

Caol Ila 1980 “The Smokery” (46%, Wy, 2013)

P_20181030_222633_LL-01

Ogni tanto mi capita sotto le grinfie un sample di cui poi mi dimentico tragicamente, e questo è proprio il triste, tragico caso di questo Caol Ila imbottigliato da Wemyss Malt, da loro denominato “The Smokery“. Come la maggior parte degli altri imbottigliamenti della famiglia di imbottigliatori con sede a Edimburgo, è stato diluito a un onestissimo 46% di alcol prima dell’imbottigliamento. Dato l’esagerato ritardo della mia recensione, questo Caol Ila 1980-2013 è ormai di difficile reperimento, ma lo si può ancora scovare se guardate bene e se vi sentite cacciatori di whiskettini. Volete gli estremi del ricercato? Eccoli:

Barile di maturazione: ex-bourbon.
Numero di bottiglie: 322.
Età: 33 anni.
Segni particolari: Etichetta azzurro marcio.
Libidine: Garantita.

Continue reading “Caol Ila 1980 “The Smokery” (46%, Wy, 2013)”

Un blind tasting coi Sopranos (Parte Seconda)

Un blind tasting coi Sopranos (Parte Seconda)

3334
“She said you’re one in a million, you’ve got to burn to shine. But you were born under a bad sign, with a blue moon in your eyes.”

Continuo imperterrito il mio blind tasting a casa della famiglia Soprano nonostante l’inizio non troppo brillante. Devo ammettere che la mia imbarazzante ipotesi sull’identità di Paulie dell’altra volta mi ha un po’ destabilizzato e ci ho messo un po’ prima di riprendere gli assaggi. Ho anche pensato di cercare una Dottoressa Melfi cui confidare i miei problemi, i miei attacchi di panico dovuti a questa miserabile performance… ma ho poi. Ho fatto questa degustazione mandando dopo ogni tentativo le mie note e le mie idee sulla vera identità del simpatico sample all’Orso, che così aveva tempo di deridermi in diretta. Oggi ci sono gli ultimi quattro personaggi in cerca di whisky, quelli probabilmente più cazzuti e poderosi… e quindi bando alle ciance, che l’FBI sta ascoltando!

Continue reading “Un blind tasting coi Sopranos (Parte Seconda)”

Caol Ila 1995 (57.7%, CA, 2015)

Caol Ila 1995 (57.7%, CA, 2015)

P1000930
Caol Ila 1995, Testa di Caden.

Un altro Caol Ila! Questo giovanotto è uno dei tanti imbottigliamenti dei Testa di Caden, imbottigliatori indipendenti di Edimburgo. Caol Ila è una distilleria di Islay che, come altre della leggendaria isoletta ricca di torba, punta molto sull’affumicatura del malto. Il Caol Ila qui presente non fa eccezione, e come particolarità ha quella di essere una simpatica edizione single cask maturata in un barile ex-bourbon per oltre 20 anni. Voglio dire, con tutte queste premesse davvero sembra che non possa essere niente di meno che ottimo. Ma d’altro canto ho detto questo anche prima di andare a vedere quel disastro di Spider Man 3, e poi si è visto come è andata. Ricercando un paio di info su internet leggo ora che pare che questo barile fosse piuttosto “inattivo” al momento della trasfusione del distillato al suo interno.
Continue reading “Caol Ila 1995 (57.7%, CA, 2015)”

Highlights from a Maltbarn blind tasting!

Highlights from a Maltbarn blind tasting!

matlabrn
I 5 Samurai che abbiamo provato. La luce e la camera del mio cellulare non aiutano troppo nel distinguere colori.

In questa recensione cumulativa presento solo i vincitori della tragica prova, ovvero i misteriosi e goduriosi numeri 3, e 5 che ho riprovato a casa con calma. Son tutti single cask, e tutti sono stati imbottigliati da quei teutoni della Bassa Sassonia di Maltbarn (MB – con base a Stadland, nel circondario di Wesermarsch).

Continue reading “Highlights from a Maltbarn blind tasting!”

Caol Ila 12 Y.O. (43%, OB, 2014)

Caol Ila 12 Y.O. (43%, OB, 2014)

P1000830
Caol Ila 12. Forse un whiskettino sottovalutato?

Continuiamo la sequela di recensioni di entry level con un whisky che molto spesso passa inosservato, nonostante la sua presenza in molti supermercati. Caol Ila fa parte della scuderia Diageo, e il suo carattere torbato ma in un certo senso gentile lo rende una perfetta introduzione per i whisky di Islay, senza i cazzotti in faccia di whisky più potenti come Laphroaig o Ardbeg. Caol Ila è piuttosto apprezzato come single malt, ma è anche utilizzato molto per costruire dei blended whiskies. La maggior parte della produzione va infatti a finire nel Johnny Walker e vecchi Caol Ila sono utilizzati anche dalla Compass Box nei loro blended di qualità superiore (come ad esempio il Flaming Heart e il This is not a Luxury Whisky). Oltre al suddetto 12 anni fanno uscire ogni anno un 18 anni e una Distillers Edition tipica di molti Diageo. Due NAS si sono più o meno recentemente aggiunti al core range, il Caol Ila Moch e il Caol Ila Cask Strength.

Continue reading “Caol Ila 12 Y.O. (43%, OB, 2014)”