Glen Keith 1996 (52.3%, W-F, 2015)

Glen Keith 1996 (52.3%, W-F, 2015)

p_20180721_181419_vhdr_auto-01.jpeg
Questo Glen Keith 1996-2015 di Whisky-Fässle è ottimo anche per un picnic estivo!

È estate e che c’è di meglio di un distillato dal profilo fruttato e intenso? Be’, sì, ok,  in generale ci sono un sacco di cose che sono meglio di un distillato, ma se mi si mette sotto il naso Glen Keith? E oggi mi cucco un ottimo Glen Keith del 1996, imbottigliato nel 2015 da quegli ornitologi dalla papera facile di Whisky-Fässle. Il buon whiskettino qui l’ho acquistato dopo averlo provato al Whiskybase Gathering 2016, e non posso negare di essermelo goduto parecchio in questi due anni. Un po’ come Kenshiro con la sua Julia prima che questa morisse di polmonite, perché comunque la gioia dura poco in un inferno post-apocalittico popolato da enormi punk incazzati. I simpaticoni Whisky-Fässle sono, come probabilmente saprete, degli imbottigliatori tedeschi di Besigheim, nella profonda Svevia. Questi simpatici beoni hanno una passione (che talune malelingue potrebbero definire ossessione) per le anatre: mettono infatti su ogni etichetta dei loro imbottigliamenti un bel pennuto in pose più o meno seducenti. “Le anatre morte è meglio portarle dal Cinese” dice una canzone estremamente poetica nella lingua di Goethe. Quelle vive invece portatele da Whisky-Fässle che le schiaffa su un whiskettino. Continue reading “Glen Keith 1996 (52.3%, W-F, 2015)”

Glen Keith 1991 (55.9%, V&M, 2016)

Glen Keith 1991 (55.9%, V&M, 2016)

Picture1
Glen Keith 1991-2016 di Valinch & Mallet. Immagine a sinistra rubacchiata da qui.

Io vi ricordo in anticipo che questa è una delle mie distillerie-feticcio, e che quindi non rispondo completamente delle mie azioni quando ho tra le grinfie un suo esemplare… Il Glen Kieth 1991 – 2016 che mi scucuzzo oggi è stato imbottigliato dagli italianissimi Davide Romano e Fabio Ermoli di Valinch & Mallet, e ha passato oltre 25 anni in una botte ex-bourbon: fa dunque parte della loro “Lost Drams Collection“, che comprende single casks tra i 20 e i 30 anni. Dato poi il mio amore per la distilleria ha tutti i crismi per essere una bestiaccia di cui mi posso innamorare facilmente, e proprio non vedo l’ora di passare all’assaggio. Ho preso questo sample al Milano Whisky Festival 2016, e all’epoca era appena stato imbottigliato: Davide Romano che faceva il cicerone al bancone suggeriva di lasciar passare del tempo prima di ingurgitarlo, che purtroppo aveva bisogno di stabilizzarsi un po’. Io ho di tempo ne ho lasciato passare fin troppo, ma ora it’s hammer time e davvero non c’è più niente che possa fermarmi: levatevi tutti che vado di assaggio violento. Continue reading “Glen Keith 1991 (55.9%, V&M, 2016)”

Glen Keith 1967 Connoisseurs Choice (46%, GM, 2006)

Glen Keith 1967 Connoisseurs Choice (46%, GM, 2006)

P_20180101_183238_LL-01
Glen Keith 1967-2006 di Gordon & MacPhail. Il Mago del Caos annoia i suoi seguaci con le sue tasting notes, mentre la Mummia delle sue chiacchiere se ne fa un baffo e si dirige inarrestabile verso il bicchiere. L’orco in primo piano, invece, oltre che fuori fuoco è pure astemio.

Sarà che col recente trasloco mi son reso conto dell’imbarazzante e nauseante numero di bottigliette e sample ancora da provare, ma mi sento in dovere etilico di dare una bella botta alla mia collezioncina. Ecco che quindi oggi mi dedico a una delle mie distillerie-feticcio: Glen Keith. In particolare mi butto su un vecchietto, un whiskettino distillato nell’ormai lontano 1967. Per dire, all’epoca era in pieno vigore democristiano il poco gaudente Moro III e Felice Gimondi vinceva spavaldo il Giro d’Italia. Di questi avvenimenti, però, il buon Glen e l’ottimo Keith (oggi mi sento in forma sulle freddure) se ne sbattevano altamente e distillavano il loro delizioso malto ignari delle italiche faccende. Imbottigliato da Gordon & MacPhail nel 2006, fa parte della storica serie Connoisseurs Choice, una delle più antiche collezioni di whiskettini dell’orbe terracqueo. Iniziata negli Anni Sessanta, questa fortunata serie continua tutt’oggi e regala a noi porci perle come questo Glen Keith 1967-2006 qui.

Continue reading “Glen Keith 1967 Connoisseurs Choice (46%, GM, 2006)”

Nel frattempo al whisky festival #2: Hanse Spirit 2017

Nel frattempo al whisky festival #2: Hanse Spirit 2017

P_20170218_144426_vHDR_On-01.jpeg

Ho vissuto ad Amburgo per quasi sei anni, è stata clamorosamente casa mia. Qui ho iniziato questo viaggio nella deficienza epatica che la mia passione per il whisky, e qui ogni tanto torno per motivi vari. Lo scorso weekend ci sono stato, tra le altre cose, anche per vedere “il più grande whisky festival del nord della Germania“. Che a dir la verità suona un po’ come “il più alto poliambulatorio del Canavese“, ma tant’è. In ogni caso, torniamo al festival: Hanse Spirit 2017. E dire che quando ero qui non ci ero mai stato! La location è quella solita delle fiere nella città anseatica: l’enorme Messhalle, un complesso che per qualche tempo aveva anche ospitato molti rifugiati siriani negli anni scorsi. Ma oggi ospita whisky! Tanti gli imbottigliatori indie presenti, e su di loro mi concentrerò nella mia visita in solitaria alla fiera. In solitaria? Sì, perché oggi non sono riuscito a trascinare nessuno dei miei amici a rinunciare a parte della loro salute per accompagnarmi  alla kermesse. Kermesse che costa 15 euro, prezzo più o meno in linea con quello di altri whisky festival.

Continue reading “Nel frattempo al whisky festival #2: Hanse Spirit 2017”

Glen Keith 1992 (51.8%, W-F, 2013)

Glen Keith 1992 (51.8%, W-F, 2013)

gk92-001
Glen Keith 1992-2013 Whisky-Fässle (quack quack). Sullo sfondo, Dune di Frank Herbert, perché secondo me questo per Glen Keith andrebbero pazzi anche i Vermi delle Sabbie. Ah, e scusate per l’antiestetico sbrodolamento sull’etichetta del sample, mentre l’immagine a sx è come sempre presa da whiskybase.

Glen Keith, ovvero distillerie fantastiche e dove trovarle: Glen Keith era stata costruita con l’intento preciso di produrre whisky per blended malt. È una distilleria giovane, fondata nel 1957. Appartiene ai Chivas Brothers e sulle particolarità di questa simpatica distilleria della Speyside potete leggere qui. Il whiskettino qui è un imbottigliamento indipendente: un Glen Keith 1992-2013 dei tedeschi di Whisky-Fässle. Gli imbottigliatori di Besigheim (vicino a Stoccarda, per i più geografi tra voi lettori) sono quelli che mettono sempre le anatre sull’etichetta (ma chissà poi per quale motivo) e che l’anno scorso avevano rilasciato un Glenrothes spettacolare (assaggiato qui). Il Glen Keith che ho ora sotto il naso è un ventenne imbottigliato a un non eccessivo 51.8% ed è invecchiato in un bel barile ex-bourbonContinue reading “Glen Keith 1992 (51.8%, W-F, 2013)”