Nikka Taketsuru 21 Y.O. (43%, OB, ??)

Nikka Taketsuru 21 Y.O. (43%, OB, ??)

Taketsuru21.001
Nikka Taketsuru, un blended malt di 21 anni direttamente dal Giappone. Immagine a sx da whiskybase, e per i miei lettori più occhialuti: il WID sul sample è sbagliato, non è 45877, ma 45887.

Con queste calde serate estive non posso non pensare a viaggi e vacanze. E mi piacerebbe tantissimo tornare in Giappone e questa volta per un po’ di tempo, ma tra lavoro, cambio di città e vacanze gia’ programmate quest’anno pare chiaro che non succederà. Quindi come posso rimediare? Be’, qui non ci sono gli incredibili paesaggi giapponesi e nemmeno del ramen (per citare due robe a caso tra le tante), quindi non posso che consolarmi con l’alcol (sic). E oggi assaggio un Nikka Taketsuru di 21 anni che è più giapponese di Mai Dire Banzai. Avevo gia’ assaggiato il relativamente recente e poco caro Nikka Taketsuru NAS che non mi aveva conquistato del tutto. Oggi invece mi becco una delle versioni extralusso di questo blended whisky del Sol Levante, un blended malt (cioè un assemblaggio di single malts da distillerie diverse, in questo caso Yoichi e Myagikyo) di 21 anni (come sempre, il numero indica l’età minima del distillato presente all’interno della bottiglia). Vediamo come me la cavo. Continue reading “Nikka Taketsuru 21 Y.O. (43%, OB, ??)”

Nikka Taketsuru (43%, OB, ca. 2015)

Nikka Taketsuru (43%, OB, ca. 2015)

NikkaTaketsuruNAS.001
Nikka Taketsuru, un nuovo e dimenticabile NAS.

Un nuovo Nikka, un blended whisky che arriva dall’estremo oriente carico di Non-Age Statement come se non ci fosse un domani. Il nome è una dedica Masataka Taketsuru, il giapponesissimo fondatore della Nikka stessa. Grazie a i sui viaggi in Scozia e all’esperienza accumulata, Taketsuru fu po’ il gran maestro del whisky giapponese, il Ryuken di Hokuto del malto orientale. La collezione Taketsuru della Nikka è la linea di whisky di “puro malto” della casa, dal momento che gli altri prodotti (come il Nikka From the Barrel) contengono una percentuale di grain whisky. Dopo la recente ristrutturazione delle loro collezioni, nelle idee della Nikka questo nuovo Taketsuru è il sostituto naturale dell’ormai morto e tragicamente sepolto Nikka Taketsuru 12 anni. Come sarà dunque questo whiskettino, che il potente e ineffabile Drago Shenron della mia infanzia ha resuscitato dalle ceneri dello scomparso dodicenne?
Continue reading “Nikka Taketsuru (43%, OB, ca. 2015)”

Nikka from the Barrel (51.4, OB, 2014)

Nikka from the Barrel (51.4, OB, 2014)

Penso che il mio primo incontro con la cultura giapponese sia stato con i cartoni che davano su Italia 7 nei primi anni Novanta. Capolavori assoluti come l’Uomo Tigre, I 5 Samurai, Ken il Guerriero. E Sampei, non dimentichiamoci Sampei. In ogni caso, questo Nikka from the Barrel è stato uno dei miei primi incontri con l’eccellente cultura whiskettara giapponese. Fui in Giappone per lavoro e, grazie a un generoso professore di Tokyo appassionato di whiskettini che “per farmi conoscere meglio la cultura nipponica” mi offriva questo e quell’altro, ne ho provati diversi e mi sono un po’ innamorato. Questo Nikka non è certo il migliore, ma in ogni caso è un whiskettino di ottima qualità che davvero fa il suo. A differenza dei whisky che ho recensito fino ad ora non è un single malt (cioè distillato di orzo fatto in un’unica distilleria), ma è un blended whisky, in altre parole un mix fatto di distillati da diverse distillerie. E non è nemmeno un malt, dal momento che in questo Nikka ci sono malt (distillati esclusivamente da orzo maltato) e grain whisky (distillati da altri cereali come mais, segale, grano…) mischiati insieme.

Continue reading “Nikka from the Barrel (51.4, OB, 2014)”